Esprimi un desiderio, un progetto di Studio Emme

Esprimi un desiderio, un progetto di Studio Emme

Lo Studio Emme Srl nasce nel 1983 come Agenzia di Management specializzandosi nella rappresentanza di giovani e giovanissimi attori.
Consapevole dell’importanza di una buona formazione il suo leader, il Manager Sergio Martinelli, affianca allo Studio Emme una Scuola di Recitazione Cinematografica e Televisiva che, da sempre, è trampolino di lancio per tantissimi Attori che qui, in questa sede, hanno avuto il loro esordio.
Negli ultimi anni i corsi si sono evoluti, ampliando l’insegnamento anche ai maggiorenni: da qui la creazione di ASM, Accademia Sergio Martinelli, un prezioso laboratorio cinematografico in cui i ragazzi, pur rimanendo consci della loro posizione di Allievi, collaborano fattivamente con gli insegnanti, ritrovandosi a lavorare su un set anche durante il percorso accademico.
Questo è ciò che stamattina abbiamo visto presso il teatro di posa all’interno dello Studio Emme: il frutto del lavoro degli Allievi al termine del loro biennio di Studio ovvero la proiezione della puntata pilota “Esprimi un Desiderio”, prodotta da Sergio e Sara Martinelli.
Un testo complesso e profondo, portato avanti con maestria da tutti gli addetti ai lavori, ragazzi compresi.
Ci dice la stessa regista: “Quando il passato lascia il segno e nulla è come sembra … Sei ragazze misteriose si alleano per scoprire la verità sul passato di Rebecca…”. Ma non sveliamo di più, se non l’entusiasmo di aver visto tale progetto.
Soggetto e Sceneggiatura sono della eclettica autrice, attrice, regista e sceneggiatrice Joanne Marie Kassimatis (insegnante di recitazione dell’Accademia ASM), scritto in collaborazione con i suoi stessi Allievi.
Del resto, quando la disciplina si unisce alla passione, le responsabilità all’impegno, l’esperienza Accademica  si trasforma in Esperienza Professionale.
Sergio e Sara Martinelli non possono che decidere di credere in questo progetto e, anziché assistere a un comune Saggio, che da sempre caratterizza la fine di un percorso di studio, decidono di creare l’evoluzione del Saggio stesso, in cui gli Allievi non fingono di essere su un set, ci stanno dentro; non si immaginano la telecamera, il regista o il fonico, sono diretti da loro; non si muovono su un palco immaginando un pubblico, ma in una reale location ben gestita da un vero direttore della fotografia.
E gli allievi non sono allievi … in quel momento sono magicamente Attori.
La puntata pilota di “Esprimi un Desiderio” è un progetto importante, innovativo, di enorme soddisfazione che vogliamo continuare a produrre.
E noi questo Desiderio l’abbiamo espresso, anzi avverato …

Lascia una risposta

*

Privacy Policy